Page Loading ...

Have You Ever Compared Yourself to Other People? | 3 Steps to Boost Your Self-Confidence & Level Up

Have You Ever Compared Yourself to Other People? | 3 Steps to Boost Your Self-Confidence & Level Up
    Watch the video

    click to begin

    Youtube

    Ciao a tutti!
    Bentornati su "Sister Army"!
    E se è la prima volta che arrivate qui, ci farebbe davvero piacere se restaste con noi!
    Nelle scorse settimane, abbiamo parlato delle nostre 3 regole d'oro su come smettere di sentirsi
    "non abbastanza".
    Quindi, se siete interessati, dateci un'occhiata perché vi scriveremo il link qui sotto...
    ...e qua in alto nelle carte!
    Vero, Ares?
    Se ricordate, il primo consiglio che avevamo condiviso con voi la volta scorsa per sconfiggere la paura
    di non essere abbastanza consisteva nello -
    - NELLO SMETTERE DI PARAGONARSI AGLI ALTRI!
    Oggi, vi daremo 3 strategie per smettere davvero di paragonarvi agli altri.
    Lanciamoci subito nel clou del video!
    Prima strategia: siate consapevoli (e imparate ad evitare) i vostri "trigger".
    In pratica, dovreste cominciare a prestare attenzione a tutte quelle situazioni che vi inducono con l'inganno a partecipare
    al "gioco dei paragoni".
    Per molti di noi, i social media tendono ad essere una grossa causa scatenante.
    Tuttavia, potrebbe anche essere quella specifica persona che si vanta sempre di qualsiasi cosa...
    ...o che fa tutte quelle insinuazioni maligne
    o pone domande sulla vostra vita che sono progettate apposta per
    farvi sentire inferiori.
    Un bell'esempio di questa cosa è ciò accadeva MOLTO SPESSO ad Ale in passato.
    EH.
    Fede ed io abbiamo frequentato lo stesso liceo, quindi condividevamo molti insegnanti.
    E - sapete - Fede è sempre stata una secchiona PAZZESCA.
    Quindi, questa è praticamente un'accurata rappresentazione della mia vita scolastica.
    PROF: Vi ho riportato i compiti corretti.
    Ecco qui!
    POVERA ALE: Ok.
    7.5 su 10.
    Cioè posso sempre migliorare, però non è male come punto di partenza.
    PROF: Uhhh?
    Ehi, sorella di Fede!
    Uhhhh?
    Scusa, com'è che ti chiamavi?
    POVERA ALE: Sono Ale.
    PROF: Sì, certo.
    Quello che è.
    Sorella di Fede!
    Volevo chiederti una cosa.
    POVERA ALE: Cosa?
    PROF: Stavi bene durante QUESTO compito in classe?
    POVERA ALE: Direi di sì??
    PROF: Beh, allora 'sta cosa è davvero strana.
    POVERA ALE: Cosa?!
    PROF: Beh, tua sorella non avrebbe MAI preso solo 7.5 in questo tipo di compito in classe.
    POVERA ALE: Ma cosa vuol dire una cosa del genere?
    PROF: IL SANGUE DI UNA POTENTE SECCHIONA FLUISCE NELLE TUE VENE.
    COME PUOI NON ESSERE MIGLIORE DI COSÌ?
    Seconda strategia: se davvero non potete fare a meno di paragonarvi agli altri, almeno imparate
    a farlo in modo sano.
    Lo so, vi abbiamo appena detto che non dovreste mai farlo, quindi questo potrebbe suonare un po'
    contraddittorio.
    Ma giuro che POSSIAMO SPIEGARE.
    Sì, sopportateci ancora un po', per favore.
    Ci sono 2 modi fondamentali di "studiare" le altre persone.
    Uno si basa sul RAFFORZAMENTO INGIUSTIFICATO DEL PROPRIO EGO, mentre l'altro è finalizzato a migliorare
    le proprie CAPACITÀ DI AUTOVALUTAZIONE.
    Nel primo caso, si "studiano" le altre persone solo per aumentare la propria autostima.
    Praticamente si sminuisce l'oggetto del paragone e si dà la priorità esclusiva al feedback
    che ci fa sentire a posto con noi stessi.
    E mica solo QUELLO.
    Si sceglie di ignorare attivamente tutto quel feedback che ci fa sentire "inferiori a Tizio, Caio, ecc." perché
    il nostro vero obiettivo consiste nel farci sentire bene rispetto a ciò che siamo - a discapito
    delle altre persone.
    Già.
    Non vuoi davvero migliorare qualcosa di te stesso.
    Vuoi semplicemente sentirti soddisfatto di ciò che sei sminuendo gli altri.
    E 'sta cosa non va affatto bene.
    Nel secondo caso - questo qua - si "studiano" le altre persone per migliorare una certa
    area della nostra vita che ci sembra carente, sotto qualche aspetto.
    E questo significa che non eviti le verità scomode su te stesso,
    ma cerchi invece di affrontarle perché sai che - fronteggiandole - diventerai migliore.
    E questo è il solo tipo di paragone con gli altri che sia potenzialmente utile, purché
    non inizi a diventare un'ossessione.
    Terza strategia: paragonati a TE STESSO.
    Sì.
    Alla fine dei conti, anche se guardare gli altri per capire per quale ragione tu non stia eccellendo
    in qualcosa potrebbe darti una mano a migliorare (fino ad un certo punto), il solo paragone giusto è
    quello fra chi sei ora e chi eri in passato.
    Chi eri ieri è il tuo costante rivale, la tua nemesi ed il tuo amico più stretto.
    Tutto ciò che devi fare è provare a battere chi eri ieri.
    E non è poi così difficile, se ci pensi davvero.
    Il segreto sta nel porsi degli standard che ti aiutino a migliorarti poco alla volta.
    Dopotutto, chi va piano va sano e va lontano!
    Sì.
    Impara semplicemente una parola in più in una lingua straniera che stai studiando rispetto a ieri e
    hai vinto.
    Fai una flessione in più rispetto a ieri e...
    BAM!
    Hai vinto ancora.
    Esatto.
    Leggi una pagina in più di un libro rispetto al giorno prima e indovina un po'??
    Hai vinto di nuovo!
    EVVIVAA!
    All'inizio, queste potrebbero non sembrarti GROSSE vittorie.
    Vero. Ma una parola o una flessione o una pagina in più ogni giorno significano 365 pagine,
    flessioni e parole in più in un anno.
    Ed è pazzesco, se ci pensi.
    Ma davvero.
    Se vi è piaciuto questo video, fiondatevi a lasciarci un 'like'!
    E non dimenticate di iscrivervi al nostro canale per diventare parte del 'Sister Army', perché
    adoreremmo avervi fra le nostre fila.
    Oggi abbiamo una domanda per voi ragazzi, dato che Ale qui vuole sentirsi meno sola
    in questo mondo che pullula di paragoni tossici.
    Vi prego, ragazzi!
    Ditemi se siete mai stati paragonati ai vostri fratelli o sorelle dai vostri prof, genitori o beh
    DA CHIUNQUE?
    SÌ.
    Purtroppo, sì.
    NON RACCONTIAMOCI FROTTOLE.
    *scarica una testata fortissima sulla guancia di Fede*
    Dato che 2 settimane fa sono stata "spettacolare" con 'sta cosa, lo faccio DI NUOVO.
    E vabbè...
    This is what happens when you reply to spam email | James Veitch Narcissist, Psychopath, or Sociopath: How to Spot the Differences 28 BEAUTY TRICKS THAT WILL CHANGE YOUR LIFE How To Handle Small Talk As An Introvert Woman's Bedding not Washed for 100 Years | Obsessive Compulsive Cleaners | Only Human 7 Riddles That Will Test Your Brain Power Professional Dancers Try The Fortnite Dance Challenge • Pro Play An Astrologer Guesses Strangers' Zodiac Sign (Ray) | Lineup | Cut 4 Types Of Men 30 Psychology Tricks That Work On EVERYONE!